Acquisto auto con Legge 104: la guida in breve

L’acquisto auto legge 104 è consentito prevalentemente a due categorie: ai disabili con handicap grave e ai disabili con ridotte capacità motorie.
Le altre due categorie che comunque possono beneficiare dell’acquisto auto con Iva 4% sono gli ipovedenti e sordomuti e i disabili psichici.

Chi è affetto da disabilità può beneficiare dell’acquisto auto legge 10

I soggetti affetti da disabilità possono usufruire dell’acquisto auto legge 104 non solo per l’acquisto dell’auto ma anche per ottenere alcune agevolazioni e degli sgravi fiscali come la detrazione Irpef sull’acquisto, sulle spese di manutenzione o la totale esenzione dal bollo auto e, in alcuni casi più, alcune delle agevolazioni sopra menzionate, sono estese anche ai familiari delle persone con disabilità.

Nella Guida alle Agevolazioni Fiscali per Persone con Disabilità, redatta, pubblicata e aggiornata ogni anno dall’Agenzia delle Entrate, si possono trovare tutti i dettagli utili.
Scaricala qui.

Acquisto auto legge 104: come ottenere l’IVA al 4% sull’acquisto dell’auto

Possono accedere all’acquisto auto con legge 104 solo i soggetti con un handicap certificato attraverso un verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap, presso le Asl competenti per territorio Pugliese.
Può beneficiare della legge 104 auto un soggetto con minorazione singola o plurima e con ridotte o impedite capacità di deambulazione, anche quando la minorazione è correlata all’età e, in ogni caso, rende necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella relazionale.

In secondo luogo, le persone affette da disabilità motorie possono accedere all’acquisto auto con iva agevolata, sia che si tratti di disabili con handicap grave derivante da patologie, incluse le

pluriamputazioniche comportano una limitazione permanente della capacità di deambulazione, che di disabili con ridotte o impedite capacità motorie.
Per quest’ultima categoria, si può accedere alle agevolazioni fiscali per l’acquisto auto con legge 104 solo dopo aver rispettato le indicazioni per adattare il veicolo alla guida o al trasporto della persona disabile.

Inutile sottolineare che, al fine di poter beneficiare della legge 104 per l’acquisto auto è necessario che la vettura venga utilizzata prevalentemente a beneficio della persona disabile.

Pertanto è comunque possibile che il familiare del soggetto disabile utilizzi l’automobile anche per fini personali, ma è importante che l’acquisto dell’auto con la 104 non sia volto a garantire ai familiari un proprio mezzo, usufruendo dei benefici fiscali garantiti dalla legge.

Legge 104 art. 3 comma 3: acquisto auto

Secondo la legge 104 art. 3 comma 3, i soggetti che possono usufruire delle agevolazioni e detrazioni della la legge 104 sono:

non vedenti

sordi

disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni

soggetti disabili con ridotte o impedite capacità motorie

disabili con handicap psichico o mentale titolari d’indennità di accompagnamento

I disabili facenti parte del gruppo 3 e 4, come specificato dall’Agenzia delle Entrate, sono coloro che rientrano nella categoria di soggetti nominata nell’articolo 3, comma 3 della Legge 104/92, cioè soggetti con handicap grave.

L’Iva ridotta al 4% può essere inoltre applicata anche:

all’acquisto di optional

alle prestazioni di adattamento di veicoli non adattati, già posseduti dal disabile

alle cessioni di strumenti e accessori utilizzati per l’adattamento e per la riparazione degli adattamenti realizzati sulle autovetture delle persone con disabilità

alle cessioni dei ricambi relativi agli stessi adattamenti.

Non hanno diritto all’Iva 4% per acquisto auto gli autoveicoli intestati ad altre persone, a società commerciali, cooperative, enti pubblici o privati.

Esenzione bollo auto legge 104

Un’altra importante agevolazione che può essere fruita con l’acquisto auto legge 104 è la totale esenzione dal pagamento del bollo; l’agevolazione spetta sia al disabile che al familiare che lo ha fiscalmente a carico e che può ottenere l’esenzione totale dal pagamento del bollo auto ma solo per

i veicoli con cilindrata fino a 2.000 cc per le auto a benzina e fino a 2.800 per le auto diesel. Nel caso in cui il portatore di handicap possegga più veicoli, l’esenzione spetta solo per uno di questi, a scelta del disabile.

La richiesta di esenzione deve essere effettuata all’ufficio competente presentando la documentazione richiesta entro 90 giorni dalla scadenza del pagamento del bollo e comunque nel primo anno in cui è proprietario del veicolo; l’esenzione, una volta concessa, è valida automaticamente anche per gli anni successivi.

Legge 104 auto: la detrazione IRPEF

Una volta verificato che il soggetto disabile abbia tutti i requisiti per accedere all’acquisto auto con legge 104 potrà anche usufruire, oltre all’agevolazione dell’IVA calcolata al 4% sull’acquisto, anche di una detrazione sull’Irpef del 19%.
La detrazione può essere usufruita o per intero nel periodo d’imposta in cui il veicolo è stato acquistato, o in quattro quote annuali di pari importo e spetta per una sola auto alla volta e ad intervalli di 4 anni da ogni acquisto.

Qualora, quindi, il soggetto disabile proceda ad acquistare un’altra vettura prima che siano passati 4 anni dall’ultimo acquisto, non potrà godere del beneficio fiscale.
La stessa situazione si verifica nel caso in cui il beneficiario acquisti una seconda auto ma venda la precedente prima del periodo di 4 anni ad eccezione dell’ipotesi di rottamazione e radiazione dal PRA. Ma l’agevolazione fiscale non spetta se il veicolo è stato cancellato dal PRA perché esportato all’estero.

Oltre che per le spese di acquisto, la detrazione Irpef spetta anche per quelle di riparazione del mezzo purché siano state sostenute nei primi 4 anni dall’acquisto del veicolo.

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *